Home  / Programma  / Mercoledi' 22 Agosto

Programma Mercoledi' 22 Agosto

programma mercoledì 22 agosto

Ore 21,30 Dalla foce del Torto alle grotte della Gurfa e oltre: tracce di architettura dell'Eta' del Bronzo, Conversazione con Carmelo Montagna, architetto e storico dell'arte.

Ore 23,30 Proiezione del video "Pantalica nel panorama della Preistoria Siciliana".

Il torrente Torto è un corso d'acqua siciliano, della lunghezza di 58 km, che nasce dalla Serra Tignino (1.000 metri) e sbocca nel Mar Tirreno. La sua vallata, nei secoli, ha scavato un varco tra le catene montuose e rappresenta la via naturale per attraversare le alte catene montuose delle Madonie. La sua valle fa da confine ideale tra la Sicilia greca e la Sicilia elimia e punica.


Le grotte della Gurfa sono un esempio di architettura rupestre situate in Sicilia. Sono composte da sei ambienti scavati in una rupe di arenaria rossa, senza sfruttare cavità naturali già presenti.
La datazione è ancora incerta ma sembrano risalire, dai rilievi effettuati, al 2500-1600 a.C., età del bronzo.
Le grotte della Gurfa si dividono in due piani collegati entrambi da una notevole stanza, detta grotta a campana (thòlos). Tale ambiente, dal diametro di circa 16,40 metri ed altezza di 15,83 metri, è del tutto simile, ma un po' più alta, della thòlos di Atreo a Micene. Inoltre, a differenza di questa, presenta un foro alla sua sommità che permette l'illuminazione della grotta.
Il termine Gurfa, che in arabo indica una camera, deriva con molta probabilità dai tempi della dominazione araba in Sicilia.
Gli ultimi studi hanno evidenziato che, molto probabilmente, l'intero complesso architettonico sia stato eretto per essere adibito ad una sorta di tempio, comprendendo anche cavità per sostenere allestimenti lignei all'interno. Secondo la leggenda, il re cretese Minosse, giunto in Sicilia per catturare Dedalo, venne ucciso dal re sicano Cocalo mentre faceva un bagno caldo e poi sepolto nei pressi del territorio di Camico. Tale territorio si estendeva sino all'attuale sito delle Grotte della Gurfa. Solo molto tempo dopo il tiranno di Agrigento Terone distrusse l'interno di questa tomba e restituì i resti mortali a Creta.
Vista la distanza da Agrigento si giustificherebbe il tardo ritrovamento, individuando la tomba di Minosse proprio nell'insediamento delle Grotte della Gurfa.
Nel 1995 le grotte sono state usate come set per alcune scene del film L'uomo delle stelle di Giuseppe Tornatore.


Carmelo Montagna, Architetto e storico dell'arte
Architetto e storico dell’arte. Dal 2003, da ricercatore indipendente, si è occupato sistematicamente del sito della Gurfa di Alia (PA), e della vicenda relativa della protostorica Civiltà della Thòlos in Sikania, su cui ha tenuto conferenze e pubblicato, in particolare, Sulle tracce di Minosse (2005), Thòlos e Tridente (2007), Il Tesoro di Minos (2009), con prefazione di A. Musco. Un suo saggio, Architettura e mito alla Gurfa, è pubblicato nel Catalogo della Mostra Terra e Luce-Dalla Gurfa al Roden Crater di James Turrell (2009). Nel 2008 ha collaborato con incarico di ricerca con il Dipartimento di Civiltà Euro-Mediterranee dell’Università di Palermo, sul tema La Via della Thòlos. Nel 2009 ha collaborato con l’Università Europea di Roma per il Master di II livello in “Architettura, arti sacre e liturgia. L’Architettura del Corpo Mistico”, con un intervento sul tema Arte, Sacro, Architettura. Per riannodare Cielo e Terra. In atto collabora sugli stessi temi di ricerca con l’Officina di Studi Medievali di Palermo.